lunedì 20 gennaio 2014

LA CHIESA E LA PSICHE

Di Howard Poe


La chiesa, è un'istituzione secolare che affonda le sue radici, sul culto della trascendenza. Sull'idea di fondo che dio, sia presente nelle nostre vite. Non è lecito mettere in dubbio la fede. Si può dubitare di come viene perseguita, vissuta, palesata. Ma la fede come concetto, è qualcosa di molto intimo, e di difficilmente giudicabile.
Sta di fatto che la chiesa, ha ignorato per lungo tempo le tematiche psichiatriche. E ancora lo fa, in larga misura. Vorrei dibattere due temi, molto netti.
Il primo riguarda la selezione per i futuri uomini o donne di fede. Ovvero, visto che il profilo psicologico viene utilizzato in ambiti molto vari, perchè non farlo proprio, anche in quello religioso? La pedofilia è certamente uno dei mali più eclatanti scoppiati in seno alla chiesa. Ma come dimenticare, la depressione che attanaglia la vita del religioso? Il delirio di onnipotenza. E ancora, gli stati di ansia. L'incapacità di relazionarsi con persone che non solo confessano i proprio peccati, ma esigono un aiuto sul piano morale.


Tra i tanti vissuti inerenti alla chiesa, mi viene in mente quello delle monache e e dei frati, di clausura. E' possibile, accettare in modo pacifico, la decisione di una persona che decide di vivere una clausura totale? Oltre alla fede, non sarebbe lecito sottoporre la persona in questiona ad una serie di test psicologici? Per valutare se il soggetto compie la sua scelta in piena libertà e consapevolezza. Oppure se quella presunta scelta non è una fuga indotta da altri problemi.
Il secondo nodo, dibattuto in molto ambienti psichiatrici, è inerenti ai casi di possessione diabolica. Ad ora, la chiesa ha una regola di fondo. Regola che viene spesso omessa. Durante i presunti esorcismi, il sacerdote deve essere sempre affiancato da un medico. Tuttavia, sarebbe lecito che i medici fossero due. Uno generico, e uno specializzato in psichiatria. Quello della possessioni diaboliche è un tema, affascinante. Che si nutre di una letteratura molto fornita. Ad oggi, come dimenticare i libri di padre Amorth, per esempio? o di padre Livio...due esorcisti noti al grande pubblico. Ora, la tematica non è delle più semplici. L'autosuggestione e l'ignoranza, possono indurre molti stati comportamentali al limite. La schizofrenia, può essere spesso confusa, con la possessione. In quanto, è nostra opinione, che l'infinito non sia riducibile a due preci sussurrate nel chiaro scuro di una chiesa. E che la medicina, possa, e debba risolvere molti stati mentali al limite. Cosa ne pensate? sarebbe interessante avere le vostre opinioni in merito...


Sitografia immagine


http://mariadinazareths.blogspot.it/2009_09_01_archive.html